Giornata Mondiale della Sclerosi Multipla.

Giornata Mondiale della Sclerosi Multipla.

Stress ossidativo e sclerosi multipla 

La SM è una malattia multifattoriale, ad eziologia non completamente conosciuta. Dal punto di vista patogenetico, viene considerata una malattia autoimmune scatenata da una risposta adattativa diretta contro gli antigeni del SNC e mediata da linfociti T attivati. Recentemente vanno accumulando evidenze sul contributo patogenetico dello stress ossidativo che contribuisce in modo sostanziale al mantenimento dell’infiammazione ed alla progressione neurologica del problema. Pertanto, cercare di contrastare lo stress ossidativo con l’assunzione di quantità adeguate di antiossidanti, in particolare da fonti naturali o in forma di supplementazione, appare un approccio promettente come trattamento aggiuntivo alle DMTs, terapie modificanti autorizzate. Lo stress ossidativo determina alterazione dei mitocondri, con diminuzione della funzionalità delle pompe di membrana e inibizione della catena respiratoria mitocondriale e della produzione di ATP (energia cellulare).  

I polifenoli sono un vasto gruppo di composti a seconda della loro struttura chimica definiti fenoli, flavonoidi, flavonoli, catechine, antocianidine ognuno con funzioni peculiari, principalmente presenti nella frutta e nelle verdure.

L’epigallocatechin-3-gallate – EGCG (sostanza contenuta soprattutto nelle foglie del the verde) è tra i flavonoidi più studiati nella SM, dove ha dimostrato di ridurre la proliferazione dei linfociti T autoreattivi ed i livelli di citochine pro-infiammatorie, aumentando invece le popolazioni di linfociti T regolatori. Oltre a queste proprietà immunomodulatorie, l’EGCG è in grado di attraversare la BEE ed esplicare un effetto neuroprotettivo, grazie alla riduzione dello stress ossidativo a livello dei mitocondri neuronali. Come effetto clinico ha dimostrato, nelle persone con SM, di migliorare il metabolismo energetico muscolare durante un esercizio moderato.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa
×