Cos’è la Fibromialgia?

fibromialgia

Cos’è la Fibromialgia?

La parola “fibromialgia” significa dolore (algos) proveniente dai muscoli (myo) e dai tessuti fibrosi (fibro). Si tratta, quindi, di una malattia che colpisce l’apparato muscolo-scheletrico. 

Quali sono i principali sintomi? 

  • Dolore cronico
  • Aumento della tensione muscolare
  • Rigidità in numerose sedi dell’apparato locomotore

Oltre a questi, alcuni pazienti presentano una serie di altri sintomi, tra cui:

  • Astenia (affaticamento cronico e stanchezza debilitante)
  • Disturbi del sonno, stress, ansia e depressione
  • Sindrome del colon irritabile

La coesistenza di tutti questi sintomi concorre a determinare la diagnosi più probabile, ma in realtà non tutti i pazienti avvertono l’intero insieme di sintomi associati alla fibromialgia.

Quali sono le cause? 

La causa esatta all’origine della fibromialgia non è conosciuta, ma gli studiosi ritengono possano essere coinvolti diversi fattori. La sua patogenesi è un argomento molto discusso e non esistono dati definitivi su come nasca questa patologia.

Molti ricercatori sostengono che nella fibromialgia il dolore sia amplificato, influenzando il modo in cui il cervello ne elabora i segnali. 

Può capitare che i sintomi inizino dopo un trauma fisico, un’intervento chirurgico, infezioni od uno stress psicologico particolarmente significativo. In altri casi invece, i sintomi della fibromialgia si accumulano nel tempo, senza alcun singolo evento di attivazione evidente.

Come si cura? 

La diagnosi e le caratteristiche cliniche della fibromialgia fanno parte di studi in continua evoluzione. Ad oggi, non esiste una cura definitiva ma sono disponibili diverse opzioni terapeutiche che consentono di controllare e alleviare i sintomi: 

  • Farmaci (antidepressivi e antidolorifici)
  • Integratori di vitamine, antiossidanti, minerali (Mg, Zn, Se), aminoacidi essenziali (MYTHOXAN FORTE), pre e probiotici intestinali…
  • Ozonoterapia, esercizio fisico e tecniche di rilassamento
  • Dieta sana senza eccessi di alimenti infiammatori 

È una patologia grave?

La fibromialgia può essere associata ad altre condizioni patologiche, ma a differenza di queste non provoca danni ai tessuti e agli organi interni. Può capitare che i sintomi si risolvano dopo pochi mesi ma, in molti casi, la malattia tende a peggiorare e occorre studiare una strategia per tenerla sotto controllo. Nel caso della fibromialgia non si parla di possibile degenerazione nel corso del tempo, né di compromissione della durata della vita. 

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa
×