atleti mythici

Atleti Mythici

Quando si parla di atleti mitici è logico pensare a personaggi del calibro di Cassius Clay, Ayrton Senna, Michael Schumacher, Valentino Rossi, Michael Jordan, Carl Lewis, Diego Maradona, Pelé e altri favolosi campioni dello sport mondiale.

Quando parliamo di “atleti mythici” sottolineiamo i risultati di personaggi probabilmente meno famosi ma altrettanto importanti per noi: testimonial e utilizzatori diretti dei nostri prodotti.

Tutti sappiamo che quando un atleta desidera migliorare le performance e ottenere grandi risultati, non può che cercare di fare il meglio di ciò che è nelle sue possibilità. Il raggiungimento degli obiettivi dipende dalle scelte tecniche a partire dalle attrezzature, dalla pianificazione degli allenamenti,  dal tempo dedicato al lavoro o allo studio, lo stile di vita e il comportamento alimentare.

La nutrizione è la chiave fondamentale per migliorare la composizione corporea e la performance di un atleta.

Le scelte alimentari non devono essere per niente dettate da messaggi pubblicitari accattivanti ma dai consigli di dietologi o nutrizionisti esperti e di livello. Se si decide di usare una scarpa che respira sappiamo tutti qual è il marchio di riferimento ma non è detto che sia la migliore, se pensiamo a una bibita che ci “mette le ali” pensiamo a una famosa bevanda ma non è detto che mantenga le promesse.

La pubblicità non deve condizionare gli atleti che hanno in mente di superare i loro massimi livelli. Se il desiderio è diventare “più forte che mai” possono venire in mente tante cose, anche gli aminoacidi della linea Mythoxan realizzati da un’azienda italiana che si occupa di nutrizione ad altissimo livello.

Il Mythoxan mantiene le promesse, lo sanno i tantissimi consulenti e preparatori che, quasi ogni giorno, ci segnalano i campioni da inserire nel gruppo dei mythici.

Così è stato per Mario Nani pluricampione europeo di kickboxing, per il karateka Rabia Jandoubi, per il finalista olimpico dei 3000 siepi Ahmed Abdelwahed, per la triatleta azzurra Verena Steinhauser, per le ragazze della squadra nazionale di nuoto sincronizzato, finaliste alle ultime olimpiadi di Tokyo. Così è stato per la primatista mondiale di apnea feminile Chiara Obino, per Valentina Cernoia centrocampista della Juve e della nazionale azzurra di calcio, per Tatsuki Suzuky pilota giapponese della squadra SIC58 di Moto3, per Lorenzo Patta protagonista assoluto e medaglia d’oro nella fantastica 4×100 olimpica.

Sono loro i mythici di cui siamo veramente orgogliosi!

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa
×